APPuntamento con l’estate, in camper

Con l’arrivo della bella stagione molti di noi si sposteranno per le agognate vacanze o semplicemente per un week end, in auto, in treno, in bicicletta, a piedi. C’è chi lo farà, e sono sempre di più, in camper (da non confondere con il caravan che è una roulotte, quindi un rimorchio) alla ricerca di luoghi intriganti e di relax. Ma se le vecchie cartine sono ancora utili, molti di noi, ormai, complice la confidenza con i device mobili, utilizzano regolarmente le tante risorse che internet mette a disposizione di ognuno. Andiamo a scovare allora alcune delle tantissime risorse offerte dal web che il popolo dei camperisti utilizza, per cercare in maniera ragionata quei territori che il nostro paese può regalare: laghi, spiagge, sentieri, campeggi, con al centro avventura, luoghi nuovi e soprattutto tanto, tanto relax. 

Un sito molto frequentato è camperistiitaliani.com, accanto alla sua pagina Facebook.com/icamperisti, che conta circa 127.000 aficionados e che necessita di iscrizione, mentre un’App molto interessante è CamperContact. Utilizzando il più grande database d’Europa, che mette in rete più di 50 paesi, propone zone di sosta per camper, aree di servizio, campeggi e aree attrezzate. Con CamperContact abbiamo la possibilità di trovare servizi dedicati ai camper sulla mappa dedicata, delineando la zona di nostro interesse, ma anche effettuando la ricerca per località. I molti filtri personalizzabili ci permettono di trovare con facilità le strutture ed i servizi che desideriamo, accompagnate ad informazioni molto dettagliate inerenti a località, prezzi ed eventuali periodi di apertura, insieme ai servizi disponibili: pensiamo, per esempio all’elettricità, allo scarico delle acque, alle docce, i supermarket, e la connessione WiFi, oggi sempre importantissima, anche se ormai molti di noi sono in possesso di device mobili con contratti che permettono di usufruire di molti giga a disposizione. La App, gratuita, disponibile in sei lingue, è scaricabile sia con Android che con iOS, anche se acquistando la versione completa, a 5,99 euro è possibile filtrare e perfezionare le nostre ricerche, salvare le aree, ecc..

Park4Night offre la possibilità di trovare quei luoghi dove sostare con un camper od un van attrezzato, anche in luoghi poco conosciuti e più isolati. La App si basa su una community in cui i camperisti condividono luoghi in cui rilassarsi, fare picnic, pernottare, fare escursioni e attività sportiva. È possibile anche qui, visualizzare schede con la descrizione e l’elenco dei servizi che un luogo può offrire: elettricità, scarico acque, Wifi, minimarket, lavanderia, e molto altro. Sono addirittura segnalate quelle attività che si possono praticare nei dintorni: windsurf, kitesurf, mountainbike, escursioni, oltre ai luoghi di interesse storico e turistico, i laghi balneabili, e per i più piccoli, i parchi giochi. Nella community, gli utenti possono pubblicare le proprie esperienze e recensire il luogo. La versione a pagamento, €1,99/mese o annuale a €9,99.

Altre App interessanti: CaraMaps, CamperStops e AriApp.

Una vita da Fulltimers 

I Fulltimers sono quelle persone che hanno deciso di vivere full-time o per lunghi periodi dell’anno a bordo di furgoni, camper, roulotte, e addirittura camion, adattati ad uso abitativo, utilizzando strutture come aree di sosta, campeggi o addirittura sulla strada.

Il loro numero è in continua crescita, e la grande maggioranza è costituita da chi utilizza il camper per fare lavori stagionali, più i cosiddetti “nomadi digitali” che e utilizzano il loro camper come ufficio per lavorare. È l’esempio di Sharon Sala (foto), fotografa lombarda di 43 anni, che ha deciso di lavorare e vivere in camper, lasciando l’appartamento di Segrate, dove viveva, per spostarsi alla ricerca di quei clienti che un po’ in tutta la penisola la cercano, ed a cui propone i propri servizi, lavorando e vivendo a bordo di un camper dove, in compagnia di due gatti, Marte e Saturno, gira il paese lavorando online e sul posto!

Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Francesco Bindi

Francesco Bindi è formatore e divulgatore informatico, dal 1995. Lavora con scuole di vario ordine e grado, enti pubblici, aziende. Nel suo canale YouTube WEBindi, propone interviste a personalità di vario genere, sul loro utilizzo del web. Le stesse son o sulla pagina Facebook omonima.