Le 25 città più inquinate producono il 52% dell’inquinamento del pianeta

Secondo Ener2Crowd.com, la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding ambientale ed energetico, i centri urbani sono responsabili dell’80% del consumo energetico e delle emissioni: nella top-25 delle città più inquinanti al mondo figurano Handan con 199 milioni di tonnellate di Co2 equivalenti immesse in atmosfera ogni anno, Shangai (188 Mt Co2 eq.), Suzhou (152 Mt Co2 eq.), Dalian (142 Mt Co2 eq.),  Pechino (132 Mt Co2 eq.),  Tianjin (123 Mt Co2 eq.),  Mosca (112 Mt Co2 eq.),  Wuhan (110 Mt Co2 eq.),  Qingdao (93 Mt Co2 eq.),  Chongqing (80 Mt Co2 eq.),  Wuxi (77 Mt Co2 eq.),  Urumqi (75 Mt Co2 eq.),  Bangkok (73,2 Mt Co2 eq.),  Istanbul(72,9 Mt Co2 eq.),  Guangzhou (71 Mt Co2 eq.),  Huizhou (68,5 Mt Co2 eq.),  Sijiazhuang (67,5 Mt Co2 eq.),  Zengzhou (66 Mt Co2 eq.),  Shenyang (60 Mt Co2 eq.),  Shenzhen (60 Mt Co2 eq.),  Kunming (60 Mt Co2 eq.),  Hangzhou(60 Mt Co2 eq.),  Tokyo (58 Mt Co2 eq.),  Hong Kong (56 Mt Co2 eq.) e  New York (54 Mt Co2 eq.).Queste 25 metropoli producono il 52% delle emissioni globali: a metterlo in evidenza è proprio un’elaborazione di Ener2Crowd, basata sui dati della ricerca “Keeping Track of Greenhouse Gas Emission Reduction Progress and Targets in 167 Cities Worldwide” condotta da Ting WeiJunliang Wu e Shaoqing Chen, ricercatori della School of Environmental Science and Engineering della Sun Yat-sen University in Cina.Insomma, quando si parla di lotta al cambiamento climatico, non si può non menzionare il ruolo determinante delle singole città. Dati non di poco conto visto che influenzano significativamente la salute delle persone e quello dell’intero pianeta, ma la soluzione può arrivare dalle stesse città se si attua un cambiamento di rotta che vuole il ripensamento dell’urbe in ottica sostenibile. Ed è proprio qui che s’inserisce il ruolo dei GreenHero che proprio nelle grandi città vivono e lavorano.In Europa, invece, le più inquinanti sono Mosca con 112 milioni di tonnellate di Co2 equivalenti immesse in atmosfera ogni anno, Istanbul con 72,9 milioni di tonnellate di Co2,  Francoforte con 46 milioni di tonnellate di Co2, San Pietroburgo (43 Mt Co2 eq.), Atene (39 Mt Co2 eq.), Berlino (28 Mt Co2 eq.) e Torino (23 Mt Co2 eq.).«Le città italiana più inquinanti in assoluto sono Torino —settima in Europa— e Piacenza che è ventiduesima con 1,5 milioni di tonnellate di Co2 immesse in atmosfera» puntualizzano gli analisti di Ener2Crowd.com, la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding ambientale ed energetico.Proprio a partire dalle grandi città, il nuovo modello di finanza etica di Ener2Crowd permetterà di ridurre l’inquinamento, grazie all’appetito degli investitori per i prodotti finanziari in grado di combattere il climate changeche garantiscono comunque un ottimo ritorno economico.Nelle grandi città italiane, inoltre, risiedono la maggior parte dei GreenHero: i maggiori investitori della piattaforma Ener2Crowd si trovano infatti a RomaMilanoNapoli e Torino, dove oggi questa forma di investimento è una realtà all’ordine del giorno.«Ma tutti —anche nelle città più piccole— possono dare un contributo per costruire un futuro a zero emissioni, scegliendo tecnologie green e sostenibili, volendo anche nel loro stesso territorio» tiene a precisare Niccolò Sovicoceo di Ener2Crowd.L’idea di Ener2Crowd.com è quella di convincere quella massa critica di risparmiatori che da sempre puntano sugli investimenti più sicuri possibili —che una volta erano gli immobili ed i titoli di Stato— oggi in fuga dai prodotti finanziari dai rendimenti irrisori e non più solidi come un tempo.«Vogliamo dare a tutti l’opportunità di fare qualcosa di concretamente buono per l’ambiente e per il nostro futuro» spiega Giorgio Mottironichief strategy officer di Ener2Crowd nonché chief analyst del GreenVestingForum.it.

Dei 117 Paesi oggetto di esame, solo i territori di Nuova Caledonia, Isole Vergini e Porto Rico hanno soddisfatto le linee guida dell’OMS. Bangladesh, Chad e Pakistan sono i tre Paesi più inquinati al mondo; seguono il Tagikistan e l’India, con la capitale Delhi che si conferma per il quarto anno consecutivo la città più inquinata del Pianeta. Come si vede dalla classifica, l’Italia è al 67° posto fra i Paesi più inquinati.

Ecco la mappa mondiale dell’inquinamento dell’aria nel 2021 (@World Air Quality Report)
@World Air Quality Report

Seguono la classifica delle città più inquinate Dhaka (Bangladesh), N’Djamena (Ciad), Dushanbe (Tagikistan) e Muscat (Oman). Inoltre, di 6.475 città studiate nei cinque continenti, indipendentemente dai Paesi, solo 222 hanno presentato quantità di PM2.5 nei limiti di norma; al contrario, ben 93 città del rapporto hanno presentato concentrazioni di PM2.5 dieci volte superiori ai limiti raccomandati dall’OMS:

  • Delle 174 città dell’America Latina e dei Caraibi, solo 12 hanno soddisfatto le linee guida dell’OMS PM2.5;
  • Delle 65 città africane, solo 1 ha soddisfatto le linee guida annuali;
  • Di 1.887 città asiatiche, solo quattro (vale a dire lo 0,2%) hanno soddisfatto le linee guida dell’OMS; l’Asia ospita anche 46 delle 50 città più inquinate al mondo;
  • Delle 1.588 città in Europa, solo 55 (3%) hanno soddisfatto le linee guida dell’OMS PM2.5;
  • Infine, nelle 2.408 città oggetto di osservazione negli Stati Uniti le concentrazioni medie di PM2,5 sono aumentate da 9,6 µg/m3 a 10,3 µg/m 3nel 2021 rispetto al 2020: Los Angeles risulta la città più inquinata del Paese.

L’inquinamento in Europa

Il monitoraggio nel nostro continente è stato effettuato in 42 Paesi, per un totale di 1.588 città. I dati raccolti sono molto variegati: le concentrazioni medie di PM2,5 vanno da un minimo di 5,5 µg/m³ (Finlandia) ad un massimo di 35,2 µg/m³ (Montenegro, 16° Pase più inquinato al mondo). Fra le città esaminate, solo 55 hanno soddisfatto i limiti imposti dalle linee guida dell’OMS – dieci di queste si trovano nel Regno Unito.

Il nostro Paese si colloca al 67° posto della classifica, con Milano menzionata come prima nella classifica delle grandi città italiane più inquinate (al 18° posto della classifica mondiale). Ma vediamo nel dettaglio quali sono – al momento – le dieci città più inquinate d’Italia (la classifica tiene conto dell’inquinamento rilevato in tempo reale):

  1. Vimodrone (Lombardia);
  2. Cesana Torinese (Piemonte);
  3. Veggia-Villalunga, Emilia Romagna);
  4. Casarea (Campania);
  5. Cortina sulla Strada del Vino (Trentino Alto Adige);
  6. Merano (Trentino Alto Adige);
  7. Laces (Trentino Alto Adige);
  8. Modena (Emilia Romagna);
  9. Esine (Lombardia);
  10. Bergamo (Lombardia).

C’è da sottolineare che il livello di inquinamento di Vimodrone, alle porte di Milano, è maggiore di quello della città di Dacca, in Bangladesh (considerato il Paese più inquinato al mondo per il 2021): nel comune lombardo le concentrazioni medie di PM2.5 sono oltre 13 volte più alte dei limiti raccomandati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

QUI è possibile leggere le informazioni generali, riguardanti tutti i Paesi e le città coinvolti nello studio.

Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Tina Ziglio

Concetta (Tina) Ziglio è nata sulle montagne in una notte di luna piena. Anziché ululare, scrive per diverse testate e recita in una sgangherata compagnia teatrale. Il suo ultimo libro è il discusso “Septizonium” (Aleppo Publishing, 2019).