Renon. Magia, Avvento, Natale e…

Solo 12 minuti: è questo il tempo che impiega la funivia che parte da Bolzano per raggiungere l’altipiano del Renon, vera e propria oasi alpina a due passi dal capoluogo altoatesino, e per godersi un’altra chicca natalizia: il famoso Trenatale del Renon, l’incantevole mercatino natalizio che quest’anno festeggia i suoi primi tredici anni. L’apertura delle tradizionali bancarelle è fissata per il 26 novembre proprio a Soprabolzano, nei pressi della stazione del Trenino del Renon, con romantici stand di legno che riorendono la forma dei vagoni storici del trenino, zeppi di dolci – tra cui il tradizionale zelten, a base di frutta secca – e poi ancora miele, vin brulé, confetture ma anche manufatti di artigianato locale. Da Soprabolzano sarà poi possibile raggiungere Collalbo a bordo del trenino, per gironzolare ancora tra i banchi a forma di alberi di Natale o approfittare del ricco programma di concerti, giri in carrozza e teatro delle marionette.

Piccoli artisti davvero grandi al Trenatale del Renon! Sono loro che hanno decorato le stazioni del Trenino.

Il Trenatale del Renon a Soprabolzano e a Collalbo sarà aperto ogni weekend, venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 10 alle 18 fino al 19 dicembre, inoltre anche mercoledì, 8 e giovedì, 9 dicembre e lunedì, 27, martedì 28 e mercoledì, 29 dicembre dalle 10 alle 18, gli stand gastronomici sono anche aperti più a lungo la sera.

Una data importante per tutti gli appassionati di francobolli e annulli speciali è l’8 dicembre: L’uffico postale speciale con il timbro “Trenatale del Renon” li aspetta direttamente alla stazione del trenino a Collalbo.

Novità 2021: anche lo storico maso Platter, museo dell’apicoltura, partecipa quest’anno al Trenatale! E per la prima volta apre le porte anche nel periodo dell’Avvento e del Natale per offrire ai tanti ospiti un’esperienza originale (con le stesse aperture dei mercatini a Soprabolzano e Collalbo tranne il venerdì pomeriggio).

Dopo aver quindi visitato il mercatino e assaporato le bontà gastronomiche, tutti a bordo del trenino fino alla fermata di Costalovara per un tour gratuito del museo alla scoperta del mondo delle api, della vita contadina e dei segreti del lavoro degli artigiani, con tanto di degustazione di punch al miele. 

Un piccolo paradiso alpino come l’altipiano del Renon è naturalmente anche la meta perfetta per chi vuole godersi vacanze rilassanti, alla scoperta dei sapori più tradizionali dell’Alto Adige.  E’ il posto ideale

specialmente per le famiglie e per gli appassionati dello sci “slow”: merito della sua posizione, dei tanti giorni di sole e delle tariffe competitive: tutte cose che fanno del Renon una valida alternativa rispetto ai grandi comprensori. Il paradiso sciistico del Corno del Renon (che si sviluppa dai 1.530 ai 2.260 metri di altitudine) mette a disposizione degli appassionati 15 km di piste, ampie e panoramiche, dove è possibile godersi la vista spettacolare sulle vette dolomitiche – dal Gruppo del Sella allo Sciliar – per una autentica full immersion nella natura.

E poi ancora: escursioni da fare a piedi o con le ciaspole, grazie ai sentieri panoramici invernali ben segnalati, alcuni dei quali percorribili pure con i passeggini. Infine l’emozione dello slittino sulla pista lunga oltre 2,5 km, dalla stazione intermedia della cabinovia fino alla stazione a valle Pemmern, attraverso un paesaggio punteggiato da alpeggi e boschi di montagna 

La stagione bianca prenderà il via il 18 dicembre, con un’anteprima il 4 fino il 12  dicembre.

Pattinaggio superstar a Collalbo sull’anello di ghiaccio del Renon, la pista all’aperto più veloce del mondo, dotata di una magnifica vista panoramica sulle Dolomiti ogni domenica è aperta a tutti. Insieme al Palaghiaccio dell’Arena Ritten a Collalbo, al campo di ghiaccio naturale a Soprabolzano e all’idilliaco lago di Costalovara, ghiacciato da inizio dicembre a inizio marzo, l’altipiano del Renon è un autentico paradiso per gli appassionati di questo sport.

Via libera con la RittenCard!
La RittenCard viene consegnata gratuitamente soggiornando nelle strutture partner dell’Associazione Turistica Renon e include una serie di vantaggi, tra cui: libero utilizzo di tutti i mezzi di trasporto pubblici in Alto Adige, compreso il trenino a scartamento ridotto e la Funivia del Renon, una corsa giornaliera di andata e ritorno con la cabinovia del Corno del Renon e l’ingresso in circa 90 musei, castelli ed esposizioni in Alto Adige, quali il museo di Ötzi, il Messner Mountain Museum, il Museo d’apicoltura Plattnerhof, Castel Roncolo e molti altri ancora. In più offerte stagionali, riduzioni e vantaggi su attività per il tempo libero e sconti presso il Festival Bolzano Danza. Per ulteriori informazioni e per scoprire i cantagiosi pacchetti turistici: https://www.ritten.com/it/altipiano/info-service/rittencard.html
Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Tina Ziglio

Concetta (Tina) Ziglio è nata sulle montagne in una notte di luna piena. Anziché ululare, scrive per diverse testate e recita in una sgangherata compagnia teatrale. Il suo ultimo libro è il discusso “Septizonium” (Aleppo Publishing, 2019).