Crea sito

Riapre il Forte Pozzacchio Werk Valmorbia

Dopo la forzata chiusura dello scorso 23 agosto 2020 e delle lunghe operazioni di ripristino della strada di accesso Raffineria Creativa SRLS DMC, assegnataria della gestione del compendio bellico di Forte Pozzacchio, è lieta di comunicare, in accordo con il Comune di Trambileno ente proprietario del sito, le date di riapertura di questo importante manufatto storico.

Le attività di apertura e visita del Forte Pozzacchio Werk Valmorbia riprenderanno pienamente, in questa nuova stagione turistica, dal prossimo 23 luglio 2021.
L’apertura avverrà nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00 e sarà arricchita da eventi e iniziative che caratterizzeranno l’estate 2021. 
Nelle giornate di domenica, grazie alla collaborazione con l’ACR Il Forte è prevista la visita guidata al compendio a partire dalle ore 14 per un massimo di 15 persone per gruppo. In caso di gruppi numerosi e/o di esaurimento dei posti disponibili sarà possibile effettuare un secondo turno di visita alle ore 16.
Le visite guidate saranno esclusivamente su prenotazione da effettuarsi presso l’indirizzo email info@fortepozzacchio.it oppure al numero di telefono 345 1267009 (anche tramite Whatsapp).
La prenotazione sarà importante per poter garantire sia allo staff che ai visitatori il rispetto delle distanze di sicurezza.

Nel prossimo periodo verrà inoltre ufficializzato il calendario eventi che si realizzeranno presso la struttura. Il calendario si comporrà con proposte dedicate alla valorizzazione del luogo attraverso il teatro, la musica, presentazioni di libri ed enogastronomia.

Sarà attivo presso la struttura, negli orari indicati, anche un punto ristoro con particolare attenzione alla proposta di piatti e prodotti tipici del territorio trentino.

Lodovico Ottoboni, CEO di Raffineria Creativa SRLS DMC, ha voluto commentare questa nuova partenza “Lo scorso anno abbiamo subìto una serie di sfortunati eventi che hanno inciso sulla possibilità di tenere aperto il compendio per tutta la stagione. Non per questo ci siamo scoraggiati ma abbiamo raddoppiato l’impegno e l’investimento da parte dell’azienda convinti che la valorizzazione di Forte Pozzacchio – Werk Valmorbia possa essere un sicuro volano nel territorio e porti numerosi turisti, ma anche abitanti delle zone limitrofe, a venire a visitare e conoscere questo importante manufatto bellico.
In questi giorni siamo al lavoro per definire tutti gli eventi che caratterizzeranno il periodo di apertura ma stiamo anche lavorando nell’ottica di un rinnovo della convenzione in atto con il Comune di Trambileno al fine di progettare insieme e al meglio anche le prossime stagioni e di rendere il luogo un forte attrattore turistico e culturale.”

Forte Pozzacchio Werk Valmorbia è l’ultima delle fortezze austro-ungariche realizzate tra Ottocento e inizio Novecento sul confine del Trentino con il Regno d’Italia. Interamente scavata nella roccia, rappresentava la più moderna macchina da guerra della monarchia danubiana. I lavori di costruzione del forte iniziarono nel 1913 e proseguirono fino alla scoppio della guerra con l’Italia, ma l’opera non fu mai completata.
Abbandonato dall’esercito austro-ungarico, il 3 giugno 1915 venne occupato dai soldati italiani.
Con l’offensiva del maggio 1916 il forte ritornò in mano austriaca e vi rimase fino alla conclusione del conflitto.
Già fortemente danneggiato dai bombardamenti, nel dopoguerra venne completamente spogliato delle parti metalliche.
Il recente restauro, promosso dalla Provincia autonoma di Trento su progetto degli architetti Francesco Collotti e Giacomo Pirazzoli, ha reso nuovamente visitabile la struttura.
Da luglio 2020 il compendio bellico è gestito dalla società Raffineria Creativa SRLS DMC.

Condividi l'articolo su:

Media Alpi pubblicità s.r.l. Via delle Missioni Africane, 17 - 38121 Trento - Tel. 0461.934494

TrentinoMese: Iscrizione al ROC n° 11308. Registrazione Tribunale di Trento n. 536, 21 dicembre 1991

Sito web realizzato da Mobydick Scritture  - info@mobydick.tn.it © 2020-2021 Mobydick Scritture