Una web app per la cassetta medica

Alzi la mano chi sul posto di lavoro ha osservato tra il rassicurato e il dubbioso la cassetta medica d’emergenza che sta in un angolo della “ditta”, di solito vicino all’estintore. Visione rassicurante perché è garanzia d’intervento nel caso d’incidenti che richiedano garze e cerotti. Altre volte può capitare un improvviso malessere ed il termometro in dotazione permette la misurazione della temperatura corporea. Eppure, la cassetta può far sorgere dei dubbi: aperta raramente, chi lo sa con certezza cosa c’è dentro? Le garze saranno ancora adoperabili? Per rispondere a questi interrogativi, esiste ora “Doty”, un’applicazione digitale, ideata dal consulente commerciale nell’ambito della sicurezza Gabriele Dalsass, che serve a far ordine nella cassetta medica. «Scansionando il Qr Code presente sulla cassetta, “Doty” permette di verificare la presenza dei presidi medici, la data di scadenza e di ordinare automaticamente il prodotto singolo o l’intera fornitura – indica Dalsass.

Gabriele Dalsass

Si possono programmare gli “alert” che segnalano l’avvicinarsi della scadenza e collegarsi rapidamente con il 112. Consente poi di evitare spiacevoli incidenti, come nel caso di allergie particolari. L’applicazione segnala questa possibilità». “Doty” è la prima web-app di questo genere in Italia e Dalsass ne va orgoglioso: «L’uso di “Doty” è ora sperimentale negli uffici della Provincia Autonoma di Trento ed è stata acquistata da Trentino Sviluppo.

La web app può essere costantemente aggiornata con nuove funzionalità. Ad esempio, potrebbe essere in grado di monitorare lo stato dei defibrillatori presenti in azienda. Ci piacerebbe che fosse adottata sui mezzi di trasporto pubblico e negli uffici comunali. E voglio mettere a disposizione la web-app gratuitamente per le cooperative sociali che si occupano di persone con fragilità». Il nome “Doty” arriva da un’intuizione di mia figlia di cinque anni. Quando le chiesi che nome potessimo dare all’applicazione, lei rispose: “Dotty!”, che è il nome di un personaggio di animazione. Ho preso poi spunto da James Doty, neurochirurgo, che ha sviluppato un progetto sulla neuroscienza della compassione e dell’altruismo». (F.P.)

Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Fabio Peterlongo

Nato nel 1987, dal 2012 è giornalista pubblicista. Nel 2013 si laurea in Filosofia all'Università di Trento con una tesi sull'ecologismo sociale americano. Oltre alla scrittura giornalistica, la sua grande passione è la scrittura narrativa. È conduttore radiofonico e dal 2014 fa parte della squadra di Radio Dolomiti. Cronista per il quotidiano Trentino dal 2016, collabora con Trentinomese dal 2017 Nutre particolare interesse verso il giornalismo politico e i temi della sostenibilità ambientale. Appassionato lettore di saggi storici sul Risorgimento e delle opere di Italo Calvino.

Media Alpi pubblicità s.r.l. Via delle Missioni Africane, 17 - 38121 Trento - Tel. 0461.934494

TrentinoMese: Iscrizione al ROC n° 11308. Registrazione Tribunale di Trento n. 536, 21 dicembre 1991

Sito web realizzato da Mobydick Scritture  - info@mobydick.tn.it © 2020-2021 Mobydick Scritture