Crea sito

Valle Aurina: 5 punti per vivere l’estate tra natura, architettura e gusto

Casere, Vetta d’Italia – Ahrntal (Filippo Galluzzi)

Prati verdeggianti e sorgenti d’acqua pura, foreste rigogliose e vette che raggiungono gli oltre i 3.000 m di quota. È la cornice con cui si presenta l’area vacanze Valle Aurina composta dai 4 comuni Valle Aurina, Campo Tures, Predoi e Selva dei Molini, un territorio sinonimo di vitalità e armonia dove l’estate consente di visitare luoghi inediti e vivere esperienze adatte a tutti i gusti e le età, tra natura, enogastronomia e benessere. Spettacoli naturali, prodotti tipici da gustare, architetture innovative incastonate nella montagna: 5 immagini per scoprire la valle laterale più estesa dell’Alto Adige.
 
Dall’abitato di Casere (1.582 m) è possibile raggiungere la cima della Vetta d’Italia (2.866 m), considerata il punto più a nord del Paese, attraverso un itinerario per escursionisti esperti lungo circa 20 km e con un dislivello positivo di 1.280 metri. È solo uno degli innumerevoli percorsi di varie difficoltà che attraversano i paesaggi della Valle Aurina e compongono una fitta rete di 850 km di tracciati a stretto contatto con la natura.
 
Le tre cascate di Riva di Tures si trovano nel Parco Naturale delle Vedrette di Ries-Aurina e offrono uno spettacolo naturale straordinario: sono visibili attraverso il Sentiero di San Francesco e rappresentano uno degli elementi che più contraddistingue questo territorio, l’acqua. La valle ospita nel complesso 10 cascate, il 1° laghetto balneabile dell’Alto Adige35 laghi di montagna e 120 sorgenti di acqua potabile.
 

Rifugio Sasso Nero (wisthaler.com)


Collocato a 3.030 m di quota al confine con l’Austria, il Rifugio Sasso Nero è un edificio dalla forma a torre incastonato nella roccia che appare mutevole a seconda del punto di osservazione. La sua facciata in rame, modellata e plasmata dalle stagioni e dagli agenti atmosferici si inserisce in perfetta armonia con il paesaggio. Dall’avanguardia alla tradizione, l’architettura in Valle Aurina si esprime tra 164 malghe e 7 rifugi.
 
Vero e proprio polmone verde, dove il traffico di passaggio è molto limitato, la Valle Aurina ospita foreste rigogliose che si estendono anche all’interno dei 31.500 ettari di parco naturale. Un patrimonio boschivo che garantisce un’aria incontaminata benefica per corpo e mente. È il luogo ideale per praticare il Forest Bathing, ascoltando il respiro profondo degli alberi e facendo il pieno di forza vitale.
 
Presidio Slow Food, il “Graukäse della Valle Aurina” (formaggio grigio) è un particolare formaggio senza crosta prodotto nei numerosi caseifici dell’area vacanze Valle Aurina secondo un metodo tradizionale: il latte appena munto viene scremato, la panna viene utilizzata per fare il burro, mentre il latte magro avanzato inacidisce e le proteine coagulano in superfice; il coagulo così ottenuto viene riscaldato e salato e il risultato di questo “caglio primordiale” è il Graukäse. Un prodotto antico, in passato considerato una pietanza povera, oggi molto apprezzato e utilizzato anche nell’alta cucina per il suo gusto e il basso contenuto di grassi, lattosio e colesterolo. In questo territorio, le escursioni all’insegna del formaggio durante l’estate, lo “Ski and Cheese” in inverno e il format di degustazioni online sono un highlight per tutti gli amanti dei formaggi. 

Cascate Riva di Tures (Manuel Kottersteger)
Condividi l'articolo su:

© Media Alpi pubblicità s.r.l. Via delle Missioni Africane, 17 - 38121 Trento - Tel. 0461.934494

TrentinoMese: Iscrizione al ROC n° 11308. Registrazione Tribunale di Trento n. 536, 21 dicembre 1991

Sito web realizzato da Mobydick Scritture - info@mobydick.tn.it