Andrea Cristofori > “Come un albero”

Si tratta di un lavoro “figlio del Covid”, anche se le canzoni, tranne l’ultima, provengono dal passato del cantautore che ha vissuto per anni a Trento dove ha collaborato con diverse realtà locali come il Centro Musica allora in via Fermi. Il nome di Andrea Cristofori, con l’aggiunta del simpatico aka di “Potter”, si lega ancora alla realtà musicale del capoluogo per la sua capacità di interfacciarsi ancora con la scena locale. “Come un albero” ha trovato la sua scintilla durante il lockdown: in  quei mesi Andrea, oltre a scrivere la nuova canzone “Io e te” dedicata alla moglie lontana, decise di riaprire il cassetto dei ricordi e di ri-arrangiare alla chitarra dei suoi provini del passato per produrre cinque nuove canzoni.

È un Concept Ep: i pezzi uno dopo l’altro sono collegati nel racconto di una romantica storia d’amore tra i due individui. Una particolarità per l’ultima bonus track, “Io e te”, è l’essere rimasta in forma di provino realizzato proprio durante il lockdown totale del 2020.

Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Fabio De Santi

Classe 1967, si nutre fin da ragazzo di musica e passione per la scrittura con particolare dedizione alle pagine di Vonnegut, Dagerman e Cèline. Scrive dalla metà degli anni '90 per il quotidiano l'Adige e da tempo quasi immemore collabora con Trentinomese. Frequenta le onde radio dagli anni '80 con diversi programmi fra cui quelli proposti su Radio Rai Regionale dove da spazio alla scena musicale trentina cosi come accade sulle pagine del nostro mensile.