Giacomo Turra > The Groove Sessions

È l’album di debutto per il giovane chitarrista e cantante nato a Milano ma trentino d’adozione, che approda a questo lavoro dopo essersi fatto conoscere in tutto il mondo sotto la sigla di Jmt con delle performance video attraverso Instagram. Dopo essere diventato Ambassador per la casa di chitarre newyorkese D’Angelico ed aver pubblicato i primi singoli come Jmt ora Turra in “The Groove Sessions” raccoglie una compilation di cover riarrangiate, registrate in collaborazione con rinomati cantanti e musicisti da Europa, Stati Uniti e Sudamerica.

Mixato al Blue Noise Recording Studio di Trento, l’album dimostra una capacità di spaziare tra Funk, R&B, Smooth Jazz, Blues, con un repertorio di brani che parte dai ‘70 per arrivare ai giorni nostri. Fra le chicche del cd l’apertura, la cover di Bruno Mars “24K Magic” in versione jazz funk, che vede la partecipazione di Brandon Taz Niederauer alla chitarra e Jessica Burdeaux alla batteria. Gustosi anche i due diversi adattamenti del brano dei Jamiroquai “Virtual Insanity”, entrambi suonati da Giacomo a chitarra e piano con ospiti.

Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Fabio De Santi

Classe 1967, si nutre fin da ragazzo di musica e passione per la scrittura con particolare dedizione alle pagine di Vonnegut, Dagerman e Cèline. Scrive dalla metà degli anni '90 per il quotidiano l'Adige e da tempo quasi immemore collabora con Trentinomese. Frequenta le onde radio dagli anni '80 con diversi programmi fra cui quelli proposti su Radio Rai Regionale dove da spazio alla scena musicale trentina cosi come accade sulle pagine del nostro mensile.