Paradossi temporali a Trentopolis

Il portale spazio-temporale posizionato in Vicolo Colico a Trentopolis (Trento)

Il salto nel tempo è multiplo questa volta, dove presente, futuro e passato si mescolano vorticosamente. Pubblicata nel 2003 e promossa dall’allora Presidente del Comitato Organizzatore delle Feste Vigiliane, Guido Malossini, la vicenda a fumetti si alterna su piani temporali diversi. Il piano contemporaneo del XXI secolo inizia in una riconoscibile Trentopolis del 2090 (negata quindi alla nostra generazione) che convive con futuristiche cupole geodetiche, monorotaie supersoniche e nastri-trasportagente. Nel futuribile capoluogo trentino, Gary e Spike si recano in biblioteca per una ricerca sugli orafi medievali. Lì incontrano l’uomo dei libri, Ben Contflyer ma si accorgono di essere spiati da Aracnys, un minuscolo marchingegno volante, sintesi avanzata degli attuali droni, inviato da misteriose spie sud-americane. Per sfuggire al loro controllo salgono su un treno del tempo per ritornare nel 1998, ma ahinoi, le spie hanno la stessa idea e si ritrovano tutti assieme al tramonto del secondo millennio!

Una disfida in salsa Sudamericana

Una Disfida in salsa sudamericana

Le gang di spie, contrabbandieri di antichi tesori, costringe i nostri argonauti a rubare l’Anello Pontificio nella Sala del Tesoro di Palazzo Pretorio, proprio nel giorno della tradizionale Disfida tra Ciusi e Gobj in quell’edizione del 1998 dove, a furor di cronaca, vinsero i Gobj. La morale di questa storia? Un buon auspicio al mantenimento delle rievocazioni storiche nella parte di tempo che per noi non ha ancora avuto luogo, ovvero nella concezione lineare che definisce il futuro.

Rappresentazione dei Ciusi e Gobj promossa dall’odierna Proloco del Centro Storico di Trento

MASCOTTE COME FRATELLI NEL terzo MILLENNIO

A partire dal 2017, la promozione del logo della Confraternita dei Ciusi e Gobj, della Disfida e della Ganzega, è caratterizzata da un restyling grafico in stile Pop Art che strizza l’occhio alle nuove generazioni di appassionati per questa importante rievocazione storica in onore di San Vigilio, Patrono di Trento. Le due simpatiche mascotte (il Ciuso e il Gobo) vogliono esaltare lo spirito goliardico e competitivo di antichi giochi rimasti immutati nei secoli, e nello stesso tempo dare un messaggio di fratellanza e rispetto dei valori e delle tradizioni.

L’opera editoriale a fumetti del 2003 © Fulber
Condividi l'articolo su:

Pubblicato da Fulber

Dal 1977 Fulvio Bernardini è autore di collane illustrate su cultura e identità con più di 170 opere editoriali, produzioni televisive per ragazzi, sigle animate e mostre di pittura nelle principali città europee. Riconoscimenti: 2008, Segnalazione Speciale per la Comunicazione Didattica alla 4° edizione del Premio Artigiano (MART-Rovereto) per la collana a fumetti “Pompiere Junior”. 2010, plauso delle più alte cariche dello Stato, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio del presidente, Ministro dei Beni Culturali e Ministro della Gioventù per l’alto valore educativo della collana a fumetti “I Nuovi Amici”, promossa da Anffas Trentino Onlus. 2014, il dipinto “Criminal Heart” sul femminicidio è benedetto da Papa Francesco in Vaticano. 2017, Menzione Speciale in Campidoglio al Premio Letterario Nazionale “Salva la tua lingua locale” per l’opera “L’uomo del Mondo altro”. 2020, “Racconti Molecolari” è selezionato al VIII Premio di Divulgazione Scientifica Giancarlo Dosi 2020, tra i primi 70 su 510 opere in gara, e tra i primi dieci della sua categoria.