Attraverso l’obiettivo!

FOTOGRAFI BRUNICENSI. ERNST MARINER E LA FAMIGLIA KOFLER. 17.07. – 17.10.2021

L’attuale mostra al Museo Civico di Brunico e il relativo catalogo presentano una selezione di fotografie dei fotografi brunicensi Ernst Mariner e della famiglia Kofler. Un’occasione per ripercorrere l’evoluzione della città nelle sue vie, nei paesaggi, attraverso gli eventi legati alle tradizioni, rivedere le scene di vita quotidiana in città e nei dintorni e gli ambienti di vita rurale e urbana. L’esposizione è organizzata in collaborazione con “Lumen. Museum of Mountain Photography” di Plan de Corones, dove sono esposte invece le immagini che raccontano la storia degli impianti sciistici.

Le fotografie sono ancoraggi della memoria e mostrano un passato definitivamente perduto. Nel farlo la fotografia si muove intrinsecamente tra esaltazione e banalizzazione. Oggi, la sua onnipresenza la rende in un certo senso invisibile, eppure il suo potere resta tuttora incontrastato.

David Kofler, La fiera di Stegona, ante 1925

Questo rende ancora più importante la conservazione e la visualizzazione delle fotografie storiche. Il Museo Civico di Brunico ospita due fondi fotografici di particolare valore per la città: quello di Ernst Mariner (1902-1988) e quello della famiglia Kofler, una dinastia di fotografi attivi fin dal 1859. Insieme, queste due collezioni ci mostrano la storia di Brunico e dei suoi dintorni catturata in immagini.

Ernst Mariner, Viavai in Via Bastioni, anni ’70

Le fotografie della città invitano a fare una passeggiata nella Brunico di un tempo. Esse mostrano il cambiamento ma anche ciò che ha superato il tempo, ci permettono di immedesimarci nello stile di vita di un’altra epoca e ci aprono gli occhi su ciò che ci sembra banale.

Fin dall’inizio, i fotografi si sono concentrati anche sui dintorni vicini e lontani, spostandosi nei paesi, nelle frazioni, nelle valli e sulle montagne. Con il dito sempre sul pulsante, i fotografi sono riusciti a catturare la vita quotidiana: il trambusto nel vicolo del paese, le riunioni nella locanda, la routine quotidiana, scene di vita di una volta, in città e in campagna. Con un occhio documentaristico, i fotografi hanno immortalato le persone al lavoro o durante l’attività sportiva. A volte in modo abbastanza spontaneo e altre volte inscenato. Immancabile era la loro presenza durante feste e celebrazioni. Queste occasioni speciali dovevano essere catturate per le generazioni future.

Gli studi fotografici intorno alla fine del secolo erano un mondo a sé, dove la borghesia e la popolazione rurale – che all’inizio poteva permettersi un unico ritratto nella vita – si facevano ritrarre. Le persone da ritrarre posavano davanti a sfondi dipinti. Nel XIX secolo, a causa del lungo tempo di esposizione, dovevano rimanere quasi immobili per diversi minuti per ottenere una foto nitida.

I fotografi di Brunico della famiglia Kofler e Ernst Mariner, ognuno a modo suo, hanno catturato per i posteri tutto ciò che hanno visto attraverso il loro obiettivo. Tutto ciò su cui si sono concentrati rimane vivo: il loro tempo, il loro ambiente, i momenti fugaci. Le fotografie ci mostrano il passato e dovrebbero aprirci gli occhi sul presente.

La mostra curata da Sandra Mutschlechner e Stefanie Peintner rimane aperta fino al 17 ottobre. Il relativo catalogo è acquistabile presso il Museo Civico, il Buchladen e l’Athesia di Brunico. 

Orario d’apertura: mar-dom ore 10-12 & 15-18. Dal 01/09/: mar-ven ore 15-18; sab-dom ore 10-12

Informazioni: www.stadtmuseum-bruneck.it, info@stadtmuseum-bruneck.it, 0474 553292

Condividi l'articolo su:

Media Alpi pubblicità s.r.l. Via delle Missioni Africane, 17 - 38121 Trento - Tel. 0461.934494

TrentinoMese: Iscrizione al ROC n° 11308. Registrazione Tribunale di Trento n. 536, 21 dicembre 1991

Sito web realizzato da Mobydick Scritture  - info@mobydick.tn.it © 2020-2021 Mobydick Scritture